News

Know about market updates

Per quali motivi è meglio assumere un agente immobiliare?

Quali sono i vantaggi dell’assumere un agente immobiliare?

Affidarsi ad un agente immobiliare vuol dire poter fare affidamento su un professionista. Alla pari di qualsiasi altro settore, il fai da te certamente può essere vantaggioso in termini economici (anche se non è sempre così), ma deleterio per molti altri aspetti.

Se possiamo pensare di pitturare un muro senza avvalerci di un imbianchino (anche se comunque il risultato non è assicurato, soprattutto se non abbiamo molta manualità), pensare di acquistare una casa, con i rischi e lo dispendio economico richiesto senza essere esperti del settore è un’altra questione.

L’agente immobiliare conosce il mercato e i cavilli burocratici (non pochi in Italia), predispone il proprio tempo per la ricerca dell’immobile che più si avvicina alle richieste del cliente, che così non perde tempo e valuta solo soluzioni in linea con le sue necessità.

 

Ma, negli ultimi anni, come si è evoluto il settore della compravendita immobiliare?

Sicuramente internet ha cambiato le carte in tavola: se prima le fonti di informazione erano offline e fisiche, adesso internet consente anche all’agente immobiliare di avere occhi su tutto: la situazione di mercato, le novità normative, le iniziative degli istituti bancari e così via.

C’è da dire che internet ha spinto molti utenti a pensare di potersela cavare senza l’intermediazione di un agente immobiliare, ma così come sono incrementate le opportunità, sono aumentati anche i rischi di incappare in truffe e pessimi affari.

A cosa si deve fare attenzione quando si vuole comprare una casa da ristrutturare?

Innanzitutto bisogna quantificare la ristrutturazione. Ci sono alcuni immobili che è possibile recuperare con poche decine di migliaia di euro. La data e la storia dell’immobile sono molto importanti: più un’abitazione è datata, maggiori sono le possibilità che i costi di ristrutturazione saranno elevati. C’è da dire che a conti fatti, in 10 anni si può recuperare più della metà di quanto si è speso, basta che le spese siano correttamente documentate con fattura e bonifico.

Attenzione però: allo stato attuale si recupera il 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017 entro un limite di spesa di 96.000 euro a immobile.

Va da sè che prima di acquistare un immobile è indispensabile avvalersi dell’esperienza di chi si occupa di ristrutturazioni in modo da avere una valutazione sull’investimento necessario per la ristrutturazione.

Quali sono i requisiti per ottenere un mutuo?

Gli istituti bancari richiedono delle garanzie: questo, insieme all’assenza di morosità da parte dei richiedenti, è la base per accedere ad un mutuo. Dare una garanzia vuol dire dimostrare di potersi permettere il pagamento del mutuo in maniera costante e continuativa.

Per cui chi ha un contratto a tempo indeterminato viene visto con occhio diverso rispetto a chi ha un contratto a tempo determinato. Meglio ancora se si è in due ad avere un contratto fisso.

Inoltre, molte banche, nonostante la sicurezza del contratto di lavoro, richiedono comunque la figura di un garante esterno, che possa andare a sostituire i richiedenti del mutuo nel caso in cui ci fossero delle difficoltà nel procedere con i pagamenti.

Numero locali
di piani
-
-
-
-
di mq
-
-
-
-
-

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress